La Corte di Cassazione, con l'Ordinanza n. 178 del 04/01/2011, ha affermato l'applicabilità del comma 4 della nota II-bis) all'art. 1 della tariffa, parte prima, allegata al DPR 131/86 (T.U. Imposta di registro), al socio di cooperativa edilizia di abitazione a proprietà divisa assegnatario della proprietà di una abitazione come "prima casa".

Secondo la Cassazione, il socio che trasferisce la proprietà dell'abitazione assegnata con i benefici "prima casa" prima che siano trascorsi cinque anni dalla redazione del rogito notarile di trasferimento della proprietà, deve le imposte di registro, ipotecaria e catastale in misura ordinaria, oltre ad una soprattassa pari al 30% delle stesse imposte.

 

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 28 Marzo 2011 12:06 )