La RAS, Assessorato del Turismo, al fine di promuovere un uso sostenibile ed efficiente delle risorse ambientali, sostenere l’attrattività e competitività del territorio, valorizzando le risorse naturali e culturali per sviluppare il turismo sostenibile, stanzia 8 milioni e 800 mila euro, così suddivisi:

 

 

  • 8 milioni di euro destinati a finanziare le iniziative per le attività ricettive e le strutture complementari ( strumenti e impianti  offerti  al servizio di almeno tre strutture ricettive);
  • 800.000 euro destinati a finanziare i servizi  e le reti per il turismo. 

 

 

Grazie ai fondi disponibili le imprese turistiche potranno riqualificare l’offerta turistica generale, offrire servizi diversi e destagionalizzare gli arrivi, acquisire certificazioni di qualità e certificazioni ambientali e utilizzare energia autoprodotta da fonti rinnovabili.


Destinatari del contributo: Piccole e media Imprese che svolgono le attività ricettive di seguito elencate:

a)  albergo, villaggio, albergo diffuso e albergo residenziale ( aziende ricettive alberghiere);

b) campeggio e villaggio turistico ( aziende ricettive all’aria aperta);

c)  affittacamere e case e appartamenti per le vacanze ( C.A.V. aziende ricettive exta alberghiere);

d) turismo rurale;

Sono ammissibili ad agevolazioni le spese per strutture complementari, strutture vincolate per un periodo ventennale al servizio del consorzio e delle strutture ricettive, individuate nella domanda di agevolazione e non potranno essere cedute e/o  date in uso a terzi per finalità estranee a quelle indicate nella domanda. La dismissione è ammessa in un termine inferiore solo dopo comprovata obsolescenza del bene in ragione della sua natura.

Gli investimenti devono essere finalizzati all’ammodernamento delle attività ricettive, quali:

 

  1. studi di fattibilità economico/finanziaria, progettazioni ingegneristiche, direzione dei lavori, studi di valutazione di impatto ambientale, oneri per concessioni edilizie, collaudi di legge nel limite del 4% della spesa ammissibile;
  2. conseguimento delle certificazioni di qualità e ambientali;
  3. opere murarie ed assimilate, esclusivamente se concernenti la realizzazione e/o la ristrutturazione e/o adeguamento degli spazi e dei locali destinati allo svolgimento dell’attività di impresa;
  4. acquisto di macchinari, impianti, arredi ed attrezzature varie, nuovi di fabbrica a condizione che: non perdano la loro utilità dopo un utilizzo protratto per più anni; siano inventariati; siano ammortizzati secondo la normativa  vigente;
  5. necessarie all’attività amministrativa dell’impresa;
  6. necessarie a migliorare le prestazioni ambientali della struttura
  7. riferibili alle attrezzature e arredi personalizzati che permettano di risolvere le esigenze di accessibilità e di fruibilità dei soggetti portatori di bisogni speciali;
  8. consistenti in corredi, stoviglie e posateria, purché iscritte nel libro dei cespiti ammortizzabili.
  9. acquisto e/o progettazione di software, progettazione di reti networking.
  10. spese per la ideazione e progettazione di materiale illustrativo per attività di informazione;
  11. spese per la ideazione e progettazione di materiale illustrativo riferito all’offerta turistico/ricettiva dell’area di operatività del consorzio.

 

Forma e intensità dell’aiuto: In tutto il territorio regionale può esser erogata l’agevolazione massima come prevista dal regolamento “de minimis” per un importo massimo di 200.000 euro nel triennio. Le agevolazioni sono concesse nella forma del contributo in conto impianti con modalità diretta e/o locazione finanziaria. L’intensità massima di agevolazione non può comunque superare il 40% dell’investimento ammissibile.

 

Presentazione delle domande: Le domande di contributo  potranno presentarsi dal 02 al 31 maggio 2012,  seguendo il seguente iter :

 

  • presentazione on line della domanda;
  • presentazione cartacea della domanda;

 

 

Tutti i progetti che verranno proposti dovranno avere la caratteristica di essere rapidamente realizzabili, ovvero, entro 9 mesi dell’erogazione del contributo dovrà essere sostenuto almeno il 50% degli investimenti.

Ultimo aggiornamento ( Martedì 17 Aprile 2012 08:48 )