In allegato la lettera al Sindaco di Cagliari inviata dal Presidente di Legacoop Cagliari sulla procedura in corso per l’affidamento dei servizi di assistenza scolastica specialistica per i disabili.

 

“… Non si capisce con quali risorse una qualunque ditta possa essere in grado di offrire quanto richiesto dall’amministrazione, dalla formazione degli operatori, al sistema di qualità, alla supervisione del personale e infine avanzare proposte migliorative e innovative per il servizio, nonché offrire un congruo ribasso economico sull’importo a base d’asta.

 

Si chiede nei fatti ai soggetti d’impresa e alla cooperazione sociale di pagare con proprie risorse un servizio per la comunità. A meno che questa amministrazione non ritenga, contrariamente a quanto sostenuto nel corso dei tavoli di partecipazione e confronto nell’elaborazione del PLUS che tali risorse possano trovarsi nel non pieno riconoscimento della professionalità degli operatori e del loro legittimo inquadramento contrattuale.

Nel comprendere le difficoltà derivanti dalla riduzione di risorse disponibili anche per l’amministrazione del Comune di Cagliari, crediamo che questa gara rappresenti una concreta sfida per affrontare in maniera diversa dal passato problemi che coinvolgono circa 100 operatori e centinaia di utenti.

Crediamo che in un periodo di crisi e difficoltà gli interventi possano essere rivisti e debbano essere rivisti, ma riconoscendo a tutti diritti e responsabilità.

La cooperazione sociale è disponibile a fare la sua parte ma nel rispetto delle compatibilità dei costi effettivi delle prestazioni richieste, dello sforzo organizzativo e professionale che le cooperative sociali esprimono nelle diverse comunità locali nei confronti delle persone più bisognose e deboli. …”

Testo integrale qui in allegato.

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 08 Agosto 2012 09:00 )