E’ stata pubblicata la seconda edizione del bando fUNDER35, iniziativa promossa da 10 fondazioni (Fondazione Cariplo, capofila del progetto, Banco di Sardegna, Cariparma, Cassa di Risparmi di Livorno, Cassa di Risparmio della Spezia, Cassa di Risparmio di Lucca, Cassa di Risparmio di Modena, Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Cassa di Risparmio di Torino, Monte di Bologna e Ravenna) con l’obiettivo di sostenere l’impresa culturale giovanile. 

 

Il bando intende selezionare e accompagnare, per un periodo massimo di tre anni, le migliori imprese giovanili che operano in campo culturale, attraverso un "incentivo destinato a un numero limitato di soggetti che, oltre a distinguersi per la qualità dell'offerta culturale, nonché per una corretta politica del lavoro, si prefiggano chiari obiettivi di sostenibilità economica tramite specifici progetti di miglioramento".

 


Il bando si rivolge alle imprese non profit di natura privata aventi sede e operanti in diverse regioni tra cui anche la Sardegna.

Sono in ogni caso ammissibili al contributo: le cooperative che operano nel settore dello spettacolo; le cooperative sociali; le imprese sociali iscritte all’apposita sezione del registro delle Imprese aventi sede e operanti nei territori di riferimento delle Fondazioni aderenti, attive da almeno due anni al 6 maggio 2013 (data di  pubblicazione del presente bando) e impegnate principalmente in uno dei seguenti campi:

 1) l’ambito della produzione artistica/creativa in tutte le sue forme, da quelle tradizionali a quelle di ultima generazione;

 2) l’ambito dei servizi di supporto alla conoscenza, alla valorizzazione, alla tutela, alla protezione, alla circolazione dei beni e delle attività culturali.

 

Per essere ammesse, le organizzazioni dovranno inoltre dimostrare il proprio carattere giovanile e quindi essere dotate di un organo collegiale di gestione composto in maggioranza da giovani tra i 18 e i 35 anni non compiuti entro la data di pubblicazione del bando (6 maggio 2013).

 

Saranno considerati ammissibili al presente bando unicamente progetti di miglioramento/ripensamento dei processi e degli strumenti organizzativi e produttivi delle imprese proponenti.

Per essere ammesse alla valutazione, le proposte dovranno inoltre soddisfare i seguenti requisiti:

 • previsione di avvio delle attività del progetto in data non precedente l’1 gennaio 2014;

 

• formulazione di una richiesta complessiva di contributo non superiore al 75% dei costi totali del progetto.
 

Si invitano gli interessati a consultare l’AVVISO PUBBLICO

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 13 Maggio 2013 13:44 )