L'Inps ha comunicato ieri, con la circolare 101, le misure attuative per l'estensione di ASpI e mini-ASpI ai soci lavoratori delle cooperative di produzione e lavoro che hanno instaurato con la società un rapporto di lavoro in forma subordinata.

 

 

Contestualmente è stato introdotto un allineamento graduale del contributo ASpI a carico della cooperativa, all'aliquota contributiva ordinaria ASpI dell'1,61% (1,31% + 0,30%), per gli anni dal 2013 al 2017, in misura pari allo 0,26% per gli anni 2013, 2014, 2015, 2016 e dello 0,27% per l'anno 2017.

 

 

Anche la prestazione spettante ai soci lavoratori è annualmente ridotta, rispetto alla misura ordinaria, in funzione dei minori contributi versati. Per l'anno 2013 l'indennità è stata erogata in misura pari al 20% del trattamento ordinario previsto per detto anno, per gli anni dal 2014 al 2017 le percentuali sono state stabilite dal decreto interministeriale Lavoro-Finanze del 18 febbraio 2014 n.79412, pubblicato sulla G.U 118/2014.

 

 

Con la circolare 101 di ieri l'Inps fornisce le istruzioni attuative del suddetto decreto. In particolare l'Istituto sottolinea che, in base all'effettiva aliquota di contribuzione, l'allineamento graduale alla ordinaria prestazione ASpI o mini-ASpI avviene con la seguente progressione: 40% per il 2014; 60% per il 2015; 80% per il 2016; per il 2017 le prestazioni sono liquidate per un importo pari al 100% della misura delle indennità ordinarie.

 

Se chi ha diritto alla prestazione può vantare nelle 52 settimane che costituiscono il requisito contributivo per l'accesso alla prestazione anche periodi di contribuzione in misura piena, l'Inps ne terrà conto nel calcolo dell'indennità.

 

La circolare

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 05 Settembre 2014 10:35 )