La Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per le pari opportunità promuove l’imprenditoria femminile e l’accesso delle donne al mondo del lavoro.

 

E’ stato infatti pubblicato il protocollo d’intesa sottoscritto con A.B.I, il Dipartimento delle Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri e le Associazioni di Categoria, al fine di instaurare un rapporto di collaborazione finalizzato a sviluppare le possibilità di accesso al credito da parte delle imprese a prevalente partecipazione femminile e delle lavoratrici autonomePotranno beneficiare del piano di interventi le PMI –  di qualsiasi settore – a prevalente partecipazione femminile ossia:

 

  • l’impresa individuale in cui il titolare è una donna;
  • società di persone nella quale la maggioranza numerica di donne sia superiore al 60% di soci;
  • società di capitali dove le quote di partecipazione al capitale siano di almeno 2/3 di proprietà di donne e gli organi di amministrazione costituiti per almeno i 2/3 da donne;
  • cooperative nelle quali la maggioranza numerica di donne non superi il 60% di soci;
  • le lavoratrici autonome, comprese le libere professioniste.

 

Le banche e gli intermediari finanziari aderenti sono impegnate a predisporre uno specifico plafond finanziario dedicato alla realizzazione delle iniziative previste dal protocollo d’intesa.


Ciascun intermediario aderente pubblicherà sul proprio sito internet l’ammontare del plafond.

 

Operazioni finanziabili

  1. finanziamenti finalizzati a realizzare nuovi investimenti, materiali o immateriali, per lo sviluppo dell’attività di impresa ovvero della libera professione;
  2. finanziamenti finalizzati a favorire la costituzione di nuove imprese ovvero l’avvio della libera professione;
  3. finanziamenti finalizzati a favorire la ripresa delle PMI e delle lavoratrici autonome che, per effetto della crisi, attraversano una momentanea situazione di difficoltà.

I finanziamenti possono beneficiare della garanzia della sezione speciale del Fondo di garanzia per le PMI in favore delle imprese a prevalente partecipazione femminile o delle eventuali garanzie, pubblico o private, che gli intermediari finanziari riterranno utile acquisire.

 

Termine di presentazione delle domande di finanziamento

 

Le domande di finanziamento previste dal protocollo possono essere presentate entro il termine del 31 dicembre 2015.

 

Al momento il Gruppo Bipiemme ha messo a disposizione un plafond di 300 milioni di euro per le imprese dirette da donne che vogliono:

  • investire per lo sviluppo della propria impresa;
  • costituire una nuova impresa
  • ottenere un aiuto per la ripresa

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 17 Ottobre 2014 11:32 )