Con Circolare 34/E/2016 il Fisco ha chiarito alcuni importanti passaggi sull'agevolazione fissata dall'articolo 1,commi da 98 a 108 della Legge 208/2015.

Il bonus è prenotabile dallo scorso 30 giugno attraverso il software dedicato disponibile sul sito dell'Agenzia delle Entrate. La finestra rimarrà aperta sino al prossimo 31/12/2019.

Imprese beneficiarie:

Il credito di imposta per i nuovi investimenti è attribuibile alle imprese di qualsiasi dimensione che effettuano l'acquisizione di beni strumentali nuovi a decorrere dal 01 Gennaio 2016.

L'incentivo è attribuito in misura proporzionale all'investimento netto realizzato con percentuali variabili a seconda della dimensione di impresa.: 20% piccole imprese ; 15% medie imprese; 10% grandi imprese.

Sono ammesse a beneficiare dell'agevolazione le imprese che imprese che ahnnoa vviato l'attività dopo il primo gennaio 2016. Il bonus è operativo anche per la regione Sardegna.Spese ammissibili:

Macchinari, impianti e attrezzature varie, relativi alla creazione di un nuovo stabilimento, macchinari, impianti e attrezzature varie, relativi all'ampliamento della capacità di uno stabilimento esistente, alla diversificazione di uno stabilimento per ottenere dei prodotti mai fabbricati precedentemente o a un cambiamento fondamentale del proceso produttivo complessivo di uno stabilimento esistente. Sono esclusi quindi gli investimenti di mera sostituzione. Deve trattarsi di beni nuovi. Nell'impotesi di beni complessi ( alla realizzazione dei quali abbiano concorso alla realizzazione anche beni usati) il requisito della novità è conservato nel caso in cui l'entità del costo relativo ai beni usati non sia prevalente.

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 29 Agosto 2016 16:27 )