La Ras ha pubblicato il bando "Competitività per le MPMI" finalizzato a favorire l'aumento di competetitività delle PMI operative attraverso la realizzazione di piani di sviluppo.

La dotazione complessiva del bando è di queo 10.000.000.

Oggetto dell'intervento è un piano di sviluppo di impresa finalizzato al riposizionemento comeptititivo dell'impresa sul mercato attraverso l'introduzione di soluzioni innovative sotto il profilo organizzativo produttivo e commerciale.

Per la realizzazione del piano sono previsti:

1)Una sovvenzione a fondo perduto ( contributo) in misura percentuale differente, definita sulla base della dimensione della impresa richiedente e del valore dei costi ammissibili.

 

2)Un finanziamento pubblico a condizioni di mercato e/o finanziamento a condizioni privilegiate nella seguente modalità

a)Finanziamento pubblico diretto a condizioni di mercato fino al 50% del valore del piano di sviluppo di impresa con FONDO COMPETITIVITA

b)Condizioni privilegiate sui finanziamenti concessi dalle banche alle PMI a valere sui plafond di cassa depositi e prestiti spa.

Il valore del piano deve  essere compreso tra i 15.000 ei 150.000 euro al netto dell’iva e deve realizzarsi entro 18 mesi dalla data della comunicazione dell’adozione del provvedimento di concessione.Il piano può comprendere investimenti materiali e immateriali, costi per servizi di consulenza, costi per la partecipazione a fiere e mostre, costi epr la formazione, capitale circolante.

La copertura finanziaria del piano deve avvenire con:

- Mezzi propri e/o finanziamenti di terzi in una forma priva di qualsiasi sostegno pubblico in misura obbligatoria non inferiore al 25%.

- Finanziamenti di terzi ed eventuali investimenti coperti dal leasing  e eventuale finanziamento del Fondo competitività che può intervenire in misura massima del 50% del fabbisogno residuo del piano approvato.

Le domande, con procedura a sportello, potranno essere inoltrate dal prossimo 04 Novembre 2016. 

Soggetti ammessi e esclusi:

Possono pesentare domanda le imprese operanti da almeno due anni appartenenti ai settori produttivi non inclusi nels eguente elenco:

A agricoltura, silvicoltura e pesca

B estrazione di minerali da cave e miniere (limitatamente a 05 estrazione di carbone)

D fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata

H trasporto e magazzinaggio (limitatamente a 49 trasporto terrestre e trasporto mediante condotte;  50 trasporto marittimo e per vie d’acqua; 51 trasporto aereo; 53.1 attività postali con obbligo di

servizio universale)

K attività finanziarie e assicurative

L attività immobiliari

O amministrazione pubblica e difesa; assicurazione sociale obbligatoria

P istruzione

Q sanità e assistenza sociale

R attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento (limitatamente a 92 attività riguardanti

le lotterie, le scommesse, le case da gioco)

S altre attività di servizi (limitatamente a 94 attività di organizzazioni associative)

T attività di famiglie e convivenze come datori di lavoro per personale domestico; produzione di beni

e servizi indifferenziati per uso proprio da parte di famiglie e convivenze

U organizzazioni ed organismi extraterritoriali.

In allegato l’avviso pubblico

 

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 20 Ottobre 2016 17:17 )